la notte dell'11 novembre, profittando del cielo sereno anche se molto umido, abbiamo fatto lo spettro della cometa 67P. L'immagine finale è la somma di tre serie di 20 foto da 30s di posa ciascuna, allineate sulla testa della cometa. Le immagini delle stelle sono quindi bastoncini, poichè la cometa si sposta lentamente sullo sfondo delle stelle.

Nord in alto ed Est a destra: scala 0.72"/pixel. Dispersione spettrale 11.095 Angstrom/pixel La stella è la UCAC4-584-040754. Telescopio Meade 30cm F/11, camera QHY174M bin 2x2, reticolo SA200.

67P211112spettro2D

Il grafico qui sotto mostra sovrapposti lo spettro della cometa e della stella vicina, di tipo spettrale un poco piu' caldo del Sole. E' evidente che lo spettro della cometa ha il massimo a una lunghezza d'onda maggiore di quello della stella, indice di una temperatura minore. Di fatto la luce della stella è luce solare riflessa, e quindi ci si aspetta un picco a maggiore lunghezza d'onda. Notevole la assoluta mancanza di bande di emissione, indice che la coda della cometa è fatta essenzialmente di polvere che riflette la luce solare, mentre la componente gassosa è molto più scarsa. Questo è tipico delle comete relativamente vecchie, che hanno perso la maggior parte dei gas.

Il picco nello spettro dell cometa a 4000 Angstrom non è una riga di emissione ma è provocato dalla immagine di una stella sovrapposta allo spettro della cometa.

spettro67P 211112